Patrizia Margini

INSEGNANTE DANZA ORIENTALE

BIOGRAFIA

Ho iniziato da piccola con la ginnastica artistica

che ho portato avanti per quattro anni, prima di avvicinarmi alla sperimentazione e allo studio generico di altre danze tra cui: danza moderna, balli caraibici di coppia e funky.

Nel 2010 inizio a studiare Danza Orientale con la M° Barbara Cigarini e proseguo per 5 anni.
Nel 2014 inizio il percorso per insegnanti con la M° Margarita Gandr.a
Nel 2015 mi diplomo come “Istruttore di Danze Orientali” presso la scuola Accademia danza Margarita di Verona.
Nel 2016 Inizio a studiare con la M° Ekaterina Sofina, ed inizio la collaborazione con l’asd Shakti tendendo corsi per principianti.
Nel 2017 Frequento il corso di formazione con la M° Perla Elias Nemer (95/100), ed inizio la collaborazione con la scuola di danza Arcadia (Re).
Nel 2018 Frequento il corso di formazione con la M° Lalla Asmaa, partecipando al suo campus, nel quale ottengo insieme alla mia collega e amica Lara Duò il premio Harem TV.

Attualmente continuo la mia formazione con la M° Lalla Asmaa e la M° Ekaterina Sofina; partecipo a stage di insegnanti a livello nazionale e internazionale, e continuo a tenere ogni settimana i corsi collettivi per principianti ed esperti.

 

320 411 55 24 | patrizia@shaktiasd.it

I MIEI RISULTATI

Nel 2015 – 1° posto Campionati Regionali – 3° posto Campionati Italiani Folk cl.B
Nel 2016 – 5° posto Campionati Italiani Oriental cl.B – 2° Posto Campionati Italiani Folk cl.B
Nel 2017 – 2° posto Campionati italiani Oriental dance cl.B – 2° posto Campionati italiani Folk cl.B
Nel 2018 – 1° posto Campionati Italiani Oriental Dance cl.A

LA MIA FILOSOFIA

Fin da piccola ho sentito un fortissimo richiamo verso la danza, ed è stato magnifico realizzare crescendo che sarebbe stata una passione per tutta la vita.

La danza ha continuato a darmi stimoli, mi ha sempre accompagnata, e sento che questo viaggio non sia ancora finito.

Al pari di una disciplina interiore, le fasi della mia vita sono state scandite e accresciute dalla danza, perchè per riuscire a superarmi in questa Arte straordinaria, ho dovuto allo stesso tempo rapportare queste sfide nel mio quotidiano. Durante un’esibizione ad esempio, oltre ad eseguire correttamente le tecniche, è necessario mantenere forte l’attenzione su di sè. Sento che questo lavoro oltre che come atleta, mi ha fortificata anche come individuo, come persona, come donna, e in quanto tale mi ha permesso di esprimere al massimo la mia femminilta.
L’espressione femminile significa eleganza, attenzione, armonia, gioia e amorevolenza: è un abbraccio caldo che trasmette pace e sicurezza. Qualcosa di molto difficile da esprimere verso il prossimo, soprattutto quando i gruppi sono formati da molte donne, dove è facile cadere nelle invidie, nella gelosia e nella competizione.
Se quindi da una parte ballare è un’occasione per divertirsi e fare esercizio, dall’altra consente di conoscersi meglio e di fortificarsi. In base alla mia esperienza ho capito che l’uno non può escludere l’altro, perchè solo in questo modo la danza può diventare un mezzo straordinario per il proprio benessere, interiore ed esteriore, ed è ciò che ogni volta cerco di trasmettere con il mio impegno a tutte le persone che frequentano i miei corsi.

DI COSA MI OCCUPO

Show Buttons
Hide Buttons