Cerca lo straordinario ogni giorno

Ogni giorno mi sforzo di ricordare questa frase che continuo a ripetere a me stesso come un Mantra, soprattutto quando le avversità della vita mi pongono in una condizione di sfiducia. Però mi ricordo di questa frase anche quando le cose girano bene, perchè ho imparato che non possiamo dare per scontato nulla se vogliamo coglierne il senso, e vedere così trasformarsi in qualcosa di straordinario ciò che stiamo vivendo, pure le difficoltà.

Le condizioni personali possono anche cambiare di molto a seconda di quello che stiamo vivendo, ma se tuttavia ci poniamo nella situazione di trarre conclusioni nel bene o nel male, potremo continuare a trovare solo risposte soggettive, al massimo personali, ma che ci faranno perdere lucidità ed identificarci in considerazioni marginali di ciò che realmente stiamo vivendo.

Vivere è straordinario! Quello che ci succede fa parte della vita, ed è un altro discorso.

Essere in vita, ora, qui, in questo frangente, in questo piccolo pezzo di storia è straordinario. E che dire del fatto che tra un ridicolo lasso di tempo, non esisterà più una sola persona al Mondo che potrà ricordarsi di me anche per sbaglio, del mio nome, o di chi sono stato; questo rende la mia e la vostra presenza qui ancora più straordinaria, unica ed ineguagliabile, proprio come ognuno di noi devrebbe percepirla.

Cercare lo straordinario per me significa osservare tutto ciò che ci consente di vivere dal cielo alla terra, a partire dalle nostre funzioni biologiche fino alle necessità materiali, perchè negarle, le quali anch’esse possono rivelare un significato intrinseco poste nella giusta relazione: se siamo capaci di essere onesti con noi stessi.

Cercare lo straordinario per me significa ricordarmi di non lasciare che passi il tempo senza osservarne ogni momento, perchè avrò solo quello e non ritornerà mai più. Osservo quindi come passo il mio di tempo, come lo sto vivendo in quel preciso momento. Cerco di dare sempre un valore a quello che faccio, una qualità che mi consenta di considerare straordinaria la possibilità di agire, come anche il non fare nulla!

Potersi riposare in libertà non è straordinario? Scrivere, leggere, conoscere, vedere, comunicare, baciarsi, ridere, giocare, creare, è tutto straordinario ed è tutto quello che le persone fanno ogni giorno. Come poi viviamo queste possibilità dipende solo da noi, perché in fondo essendo soggettivo non sarà mai una questione di migliore o peggiore, ma di cosa necessitiamo e ci serva per percepire straordinaria la nostra esistenza.

Sono più che mai convinto che per poter godere della vita, sia indispensabile cercare di capire quali siano e come poter esprimere al meglio le nostre potenzialità, in un modo civile e rispettoso, ma senza mai voltarsi indietro.

Donato Torreggiani

Trovi l’articolo anche qui 

Show Buttons
Hide Buttons